Paolo Carrus New Ensemble – Echi

Distribuzione Egea:
Clicca qui per acquistare

ECHI Raccontare il patrimonio identitario della Sardegna attraverso la sensibilità del jazz è stato il motivo conduttore della mia esperienza musicale.

Paolo Carrus

Echi è un progetto originale dove la musica popolare sarda si erge a fonte ispiratrice principale all’interno di una scrittura e tessitura rigorosamente jazzistica e orchestrale.

I brani sono ispirati ai principali stili della musica sarda, dai balli e le nodas delle launeddas al canto a tenore passando per la i canti della tradizione . La maggior parte dei temi sono moduli ritmici progressivamente sottoposti a variazioni ritmiche e armoniche.

Il disco è prodotto da S’Ardmusic e distribuito da Egea Distribution. E’ stato registrato, mixato e masterizzato allo S’ardmusic Studio di Cagliari da Michele Palmas.

 

 

I  Brani

BALLO DISPARI si fonda sulle variazioni di un modulo ritmico ispirato al ballo sardo. Il modulo, originariamente in tempo ternario, viene rielaborato in cinque quarti.

LAUNO ha un leit-motiv di due misure in tempo di quattro quarti. Il tema è costituito da una melodia essenziale contrapposta all’intervento del pianoforte in solitudine che riporta il percorso del brano al tempo ternario come un ritorno alla tradizione.

INTERLUDIO 12 affida ai sax il ruolo delle voci ispirate al canto a tenore. Il brano si sviluppa con variazioni armoniche jazzistiche per concludere con una prassi tipica dei cori tradizionali.

URNUR si avvia con un’introduzione in tempo di sette quarti che si trasforma in un tema in tre quarti. Lo special dei sax conduce ad un episodio che si chiude con il modulo ritmico iniziale.

LAUNANNINIA è costruito su variazioni del tema della ninna nanna. Ai quattro temi si contrappongono contromelodie di derivazione jazzistica.

BALLO LIDIO si apre con l’introduzione del basso che espone delle variazioni ispirate alle sonorità della chitarra sarda. Le frasi di tre misure ricordano la struttura delle nodas.

CAMMINO si avvia con una figura tratta dal canto sardo. Il brano sfocia in un dialogo fra i sassofonisti con melodie di derivazione popolare che progressivamente si arricchiscono armonicamente.

SOLE apre con una frase di terze maggiori di accordi discendenti a tempo moderato con gli ottavi regolari scanditi dal basso. La melodia in stile open latin si contrappone all’interludio ispirato da un modulo ritmico- melodico tradizionale.

DANGOS nasce da una frase melodica di accompagnamento del canto a tenore. La frase viene eseguita dai vari sax con sonorità differenti e ripetute come un eco per poi combinarsi con una contro-melodia ispirata ad un tema di ballo.

Crediti:

Musicisti

Paolo Carrus direttore, pianoforte

Corrado Salis basso acustico

Roberto Migoni batteria

Giuseppe “Joe” Murgia sax alto

Dario Pirodda sax alto

Andrea Morelli sax tenore

Walter Alberton sax tenore

Marco Argiolas sax baritono

 

Prodotto da Michele Palmas per S’Ardmusic
Musica, progetto artistico e arrangiamenti: Paolo Carrus
Recordings, editing, mix e mastering: Michele Palmas (S’Ardmusic Studio)
Produzione: S’ardmusic 2017

Grafica: Gio Piras