Alberto Sanna – Canzoni per (R)esistere

“È arrivato l’uomo con la chitarra. Odora di dopobarba. In faccia rughe profonde, come segni d’un pentagramma. Cinque righe e quattro spazi tracciati fra gli occhi di carbone e la bocca livida, i margini della fisionomia dove ballano le note della vita. Fra le righe ha scritto del mondo che è stato, le isole dove è approdato, le spiagge degli aspri naufragi, i porti conquistati, le città benigne, le voci maligne, le mura che lo hanno respinto, le cosce che l’hanno avvinto. Fra gli spazi ha lasciato posto ai momenti che verranno, i giorni che gli occhi dovranno ancora vedere, la bocca leccare, le dita affondare, le meningi sospettare. Ha fiutato l’aria, il mare e la terra, ha sentito il pianto, le risate, il crepitare del fuoco. Poi l’uomo con la chitarra, è ripartito.”

Francesco Abate

Un nuovo cd, una nuova manciata di canzoni, per l’esigenza di comunicare ancora, di rivendicare la propria “esistenza” e di ribadire la propria “resistenza”.

L’ultima produzione di S’ardmusic presenta CANZONI PER ®ESISTERE, il nuovo album di Alberto Sanna, grande ed eclettico musicista-cantautore dalle radici “afroamericane” tra i più importanti della Sardegna, presentato in anteprima dal vivo all’European Jazz Expo del 2009.

Cagliaritano DOC Alberto è cresciuto suonando rock bianco, e blues, quello della sua pelle, nuda come la sua anima, nera e trasparente come la sua personalità. Un artista sincero che ha dedicato e dedica la sua vita alla sua passione, la musica, ma soprattutto il rock, né sardo, né anglosassone, solo il rock di Alberto Sanna.

Da quando esordì come bassista con i Masoko Tanga nel 1987, sino agli High Voltage/TNT, i Sanna Rock’ n’roll Breakers, Animanera e tanti altri gruppi, l’irriducibile del rock and roll ha segnato un itinerario importante nella storia musicale della Sardegna rivedendo in chiave molto personale i generi a lui più cari in tutte le sue forme spontanee e più genuine.

Con questo ultimo lavoro discografico si apre un nuovo capitolo nella storia umana e musicale di Alberto Sanna, nato da una collaborazione a sei mani tra lo stesso Alberto (autore della musica e dei testi), Michele Palmas, produttore di S’ardmusic e Silvano Lobina, musicista tra i più affermati dell’isola e storico bassista del cantautore cagliaritano, in questa occasione anche arrangiatore ufficiale dei brani contenuti nell’opera.

Un disco di grande maturità che segna una nuova tappa nella sua storia artistica, e dal titolo significativo “Canzoni per (r)esistere”, da cui si può arguire il tema conduttore che caratterizza i brani e la stessa filosofia di vita del musicista cagliaritano: il forte sentimento di resistenza, umana e urbana, legato inevitabilmente alla capacità di esistere senza dover mai rinunciare alle proprie passioni, come la musica. Resistenza come forza propulsiva necessaria a un musicista per andare avanti, malgrado le tante difficoltà e le complessità che talvolta colpiscono soprattutto chi vive in un’isola. E a volte anche una semplice canzone può bastare, per resistere.

Dodici inedite tracce “limpide e chiare” in cui Alberto Sanna canta e suona, sanguigno, come il bluerock profondo delle sue note acustiche ed elettriche.

Descrive tra melodie blues, acustiche, rock, reggae e intense ballads, le percezioni e le contraddizioni di un mondo visto dal cuore di un’artista che ama intimamente la sua città e la sua terra, tra quotidianità e problematiche metropolitane.

Alberto si racconta apertamente e racconta in una versione insolita la sua città da un punto di vista urbano, distante dal percorso etnico e tradizionale, a tratti con un piglio ironico e scanzonato come è nel suo carattere, da cagliaritano genuino. Una città a volte sonnolenta per il rock’n’roll, ma bellissima, come tutta l’isola del resto, e soprattutto una città e una terra ancora a dimensione d’uomo.

Storie autobiografiche, intime, d’amore, o testi pungenti, graffianti, in cui il cantastorie bagnato dal blues, dal sole e dal mare della Sardegna si spoglia con una grande sensibilità raccontandosi sempre più in profondità rispetto al passato, difende la sua anima “nera” e invita a “saltare il muro, a rubare il cielo e a prendersi per davvero il futuro” attraverso i soli strumenti che ha scelto: un cuore, un cervello, un sorriso, una chitarra e gli immancabili accordi blues.

Un lavoro intenso di inediti che ha visto, oltre la partecipazione in studio di ben nove musicisti di qualità come lo stesso Alberto Sanna, Silvano Lobina, Paco Martucci, Claudio Corona, Lorenzo Falzoi, Daniele Cossu, Emanuele Contis, Ivan Carboni, le quattro voci narranti, tra cui Simonetta Soro insieme a Matteo Bruni, Raffaele Corti e Tiziana Martucci, anche due cantanti molto speciali per i cori: Diablo, cantante dei Sikitikis e Francesca Corrias, voce dei Sunflower Quartet.

Dopo l’ultimo disco dal titolo “Alberto Sanna” prodotto sempre per S’ardmusic e Jazz in Sardegna, il menestrello “senza la camicia” ha trascorso questi anni portando avanti diversi progetti paralleli in giro per la Sardegna che lo hanno impegnato in tante esperienze musicali, tra registrazioni, concerti dal vivo e collaborazioni. Questo nuovo CD sigla per l’autore una specie di ritorno a casa, una tappa necessaria per poter incidere le sue nuove canzoni, scritte, annotate, pensate, nell’arco di questi anni tra i palchi dell’isola e che già nell’anteprima dell’European Jazz Expo hanno riscosso grande successo e ottime critiche dal pubblico e dalla critica nazionale specializzata.

L’album è stato registrato tra il 2008 e il 2009 da Michele Palmas e Elvio Melas presso La Lavanderia Studio di Cagliari.

L’ultima creazione di Alberto Sanna dal titolo “Canzoni per [r]esistere, è un album che raccoglie tutte le sue migliori qualità, approdate ormai verso una consolidata maturità cantautoriale.